AREA ALLEVATORI
I PIU' LETTI
I PIU' SCARICATI

Réseau Alpestre Francophone

Valle d'Aosta, Savoie, Haute-Savoie, Valais, Vaud e Fribourg: ovvero, l'unione fa la forza! In particolare quando c'è da difendere e valorizzare un patrimonio ambientale ed agricolo unico, l'alpeggio.

Il Réseau Alpestre Francophone - communication et promotion de l'économie alpestre - progetto INTERREG III A, è nato ufficialmente il 13 febbraio 2001 a Martigny.

Il Réseau è composto da enti che rappresentano gli addetti al « settore alpeggio », rispettivamente dei Pays de Savoie, della Valle d'Aosta e dei cantoni del Valais, Vaud e Fribourg.

Il progetto, che si è articolato negli anni 2004-2006, aveva fissato i seguenti obiettivi:

  • creare una sinergia tra i diversi paesi che hanno in comune il patrimonio alpeggio;
  • difendere le attività agropastorali in un contesto di sviluppo sostenibile delle zone di media montagna;
  • promuovere il dialogo, l'apertura di questo mondo nei confronti del grande pubblico.

Per prima cosa, il RAF si è dotato di un'identità, attraverso la creazione di un logo, un sito internet (www.echoalp.com), un calendario con tutte le manifestazioni a carattere rurale dei tre Paesi, un giornale dedicato ai bambini (Pasto), una brochure descrittiva del Réseau.

Il progetto « Un berger dans mon école », già largamente collaudato in Francia, è stata la vera sfida del RAF: questa iniziativa si basa su un percorso didattico definito dagli insegnanti in collaborazione con gli enti del Réseau; l'attività inizia con l'intervento di un allevatore nelle classi e si conclude con la visita ad un alpeggio a fine anno scolastico e con l'organizzazione di una giornata finale, una festa in cui i bambini hanno la possibilità di mostrare i loro lavori.

Questo progetto si è ulteriormente concretizzato attraverso la realizzazione di materiali pedagogici per le classi (libri per insegnanti, quaderni di lavoro per gli alunni, poster, giochi, ecc.).

Per quanto riguarda la stagione estiva e l'aspetto turistico, i membri del RAF hanno ripreso e adattato l'operazione ideata dall'AREV « Alpages Ouverts », dando vita agli « Alpages sans Frontières »: questa iniziativa permette di fare conoscere le attività, la vita dell'alpeggio attraverso visite guidate e degustazione di prodotti di montagna. Il Réseau ha quindi effettuato un reale scambio di idee e di esperienze: ogni partner ha messo a disposizione degli altri il proprio bagaglio di conoscenze e competenze al fine di creare qualcosa di più grande, e soprattutto in comune.