AREA ALLEVATORI
I PIU' LETTI
I PIU' SCARICATI

Registrazione equidi, cosa fare

Cavalli, asini, muli e bardotti: tutti i detentori di questi animali sono caldamente invitati ad attenersi alle seguenti istruzioni.

In base alla normativa vigente, è necessario che TUTTI GLI EQUIDI siano registrati nella Banca Dati Equidi Nazionale, attualmente gestita dall'AREV. Per equidi si intende cavalli, asini, muli e bardotti.

Per prima cosa, il proprietario di equidi deve innanzi tutto avere o aprire un codice aziendale apposta per la specie "equidi", la cui richiesta deve essere presentata presso l'Anagrafe Regionale Bestiame ("bonifica"). 

Secondo passo: recarsi presso gli uffici AREV con tutta la documentazione in possesso relativa all'animale. Visto che si tratta di un nuovo servizio, appena attivato, consigliamo agli interessati di telefonare all'AREV prima di passare con i documenti, e chiedere di Tiziana Frassy. 

Nota Bene: per chi avesse già attivato le pratiche necessarie, ricordiamo che è obbligatorio, per i detentori di equidi, avere il registro di carico/scarico equidi, che è analogo a quello dei suini. Questo registro si può acquistare presso Buffetti; il codice del registro è 2278.
Una volta acquistato il registro, è necessario compilarne la prima pagina con i dati anagrafici del detentore e dell'azienda (codice ministeriale) e successivamente farlo vidimare presso gli uffici USL (Pont Suaz, Charvensod).

Gallery

  • Un asinelloUn asinello
  • Asinello bicoloreAsinello bicolore